Solstizio d'Inverno, momento di pausa e progettazione

Questa nuova stagione, l'inverno, in cui tutto sembra "morto o dormiente, rappresenta energicamente per l'essere umano e per la natura, il momento "pre" nascita , che arriverà in primavera. E' il tempo del riposo, della "non azione" per progettare, riflettere, capire dove vogliamo andare e che cosa e sopratutto come vogliamo evolverci nella prossima stagione.


Ti invito ad accettare la lentezza, la calma, a lavorare sulla presenza, attraverso magari la meditazione, per riuscire a focalizzare le tue energie e attenzioni sui tuoi progetti futuri, di qualsiasi natura essi siano. Prima di nascere bisogna "maturare" in un certo modo dentro all'utero materno, un luogo buio sicuro e protetto.


L'Inverno appena cominciato ci da proprio la possibilità di "chiuderci in noi stessi", al riparo da tutto nel nostro interno per progettare e nascere, o meglio visto che il processo è ciclico "rinascere".

Eè il momento di osservare in silenzio ed in ritiro il nostro rapporto per esempio con noi stessi e con l'Amore. Prenditi del tempo per te stesso e scrivi nero su bianco rispondendo a queste semplici domande:

Quanto mi amo?

Quanto penso di meritare Amore?

Quanto permetto all’Amore di avvicinarsi?

Quanto lo allontano?

Quanto mi autosaboto?

Quanto lo accolgo?


Per rispondere a queste domande è necessario osservare attentamente come ti comporti nelle relazioni intime.

Fuggi al primo torto subìto?

Contro-attacchi con forza?

Giudichi?

Cerchi vendetta?

Ti auto-commiseri?

Come ti comport e come ti sei comportato nelle relazioni intime di amore?


Questo è l’invito di questo Solstizio che ci chiede di entrare dentro di noi, in silenzio e di osservare con distacco tutte le nostre strategie di fuga, attacco o dissociazione per poi

Progettare qualcosa che sia in armonia e amore con te stesso e la natura. Perche volersi bene eè la cosa più semplice ma anche la più complessa in assoluto.

.

5 visualizzazioni0 commenti