La circolazione sanguigna e lo yoga

Il sistema circolatorio è fondamentale perché consente a tutte le sostanze nutritive, soprattutto all’ossigeno di distribuirsi lungo ogni singola cellula del corpo. La circolazione può essere polmonare (va dal cuore ai polmoni e viceversa) e sistemica (va dal cuore a tutto il resto del corpo, dei muscoli, degli organi)

Le principali vie di transito sono le Vene e le Arterie. Le VENE trasportano il sangue da tutto il corpo o dai polmoni in direzione del cuore. Le ARTERIE trasportano il sangue dal cuore verso qualcos’altro. Le arterie e le vene raggiungono e ossigenano tutti i nostri muscoli, con l’attività fisica aiutiamo tutte le vene a pompare il sangue verso il cuore e questo aiuta molto la circolazione di ritorno.

I polmoni sono il punto in cui l’anidride carbonica viene filtrata e trasformata in ossigeno che poi andrà al cuore, poi il cuore penserà a portare questo ossigeno, attraverso il sangue, al resto del corpo.

Attraverso lo yoga non solo favoriamo con il movimento il pompaggio del sangue verso il cuore, miglioriamo l’ossigenazione dei tessuti e favorisce lo smaltimento dei liquidi. Ma attraverso le pose invertite che invertono, appunto, il flusso sanguigno e il sangue fluisce più facilmente e drenare i liquidi dai piedi. Per ultimo ma non per importanza, lo yoga ha un effetto fondamentale sul cuore che è l’organo principale per il sistema circolatorio e non solo. Le pratiche di yoga, di respirazione e di meditazione hanno un effetto benefico sul sistema parasimpatico che va a contrastare l’attività di stress e tensione del sistema simpatico, prevenendo eventuali aritmie e proteggendo il cuore.



5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti